Concerto d’apertura di Como Contemporary Festival 2022 al Teatro Sociale di Como (gallery)

Che dite, possiamo “crogiolarci” un pochino per l’atmosfera e la riuscita del concerto di apertura del Como Contemporary Festival?
Per tutti noi è stato estremamente emozionante, intenso, ci ha regalato attimi di pura gioia, pur in un momento storico difficile. È stato un vibrare di suoni, di strumenti antichi e moderni, e speriamo che queste vibrazioni, come un battito d’ali di farfalle, si siano diffuse portando con sé un messaggio di pace e di fratellanza, fin molto lontano.
I brani antichi di Telemann si sono mescolati alle sonorità contemporanee di Pedraglio, sonorità di un mondo molto diverso da quello di allora; l’Orchestra Antonio Vivaldi, insieme agli straordinari solisti Marco Rizzi, Leo Morello e Floris Onstwedder, nonché lo stesso Umberto Pedraglio, hanno fatto fuochi d’artificio, sotto la bacchetta e lo sguardo intenso di Lorenzo Passerini, per inaugurare il nostro amatissimo Como Contemporary Festival.
Il Festival proseguirà a Novembre, con una settimana densissima di avvenimenti che uniranno arti e musica, ma l’Associazione, intanto, continua con tutte le sue attività!
 
Qui vi proponiamo una piccola rassegna del concerto di apertura, e vi aspettiamo ai prossimi eventi!
 
      
 
 

Ivan Fedele sarà il Presidente della Giuria del VI Concorso Internazionale di Composizione Appassionato Ensemble

Siamo lusingati ed onorati di poter annunciare la presenza del M° Ivan Fedele, per anni direttore artistico de La Biennale di Venezia, nonché membro e titolare della cattedra di Composizione presso l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia a Roma, in qualità di Presidente di Giuria del nostro VI Concorso Internazionale di Composizione “Appassionato Ensemble” e come ospite d’onore di Como Contemporary Festival 2022!
 
We’re flattered and honoured to announce the presence of maestro Ivan Fedele, artistic director of the Biennale in Venice for many years, as president of the jury of our 6th International Composition Competition “Appassionato Ensemble” and as the guest of honour of the 2022 Como Contemporary Festival edition!
 
ph. Ugo Dalla Porta
 

COMO CONTEMPORARY FESTIVAL – concerto straordinario 26.02.2022

COMO CONTEMPORARY FESTIVAL – concerto straordinario
Sabato 26 febbraio 2022

Teatro Sociale di Como – ore 20.30

 

ORCHESTRAL WORKS
Musiche di G. P. Telemann e U. Pedraglio (prima assoluta)

Marco Rizzi, violino
Enrico Bronzi, violoncello
Umberto Pedraglio, violoncello
Floris Onstwedder, tromba

Orchestra Antonio Vivaldi
Lorenzo Passerini, direttore


Co-produzione di Como Contemporary Festival 2022 e Teatro Sociale di Como

PROGRAMMA

Georg Philipp Telemann (1681-1767)
“Concerto per tre trombe, timpani e archi”

Umberto Pedraglio (1978)
“Katharsis” per vlc e orchestra

“Archi di farfalla” per tr, archi e perc

“Disegni di luce” per vlc e archi

“Ritratto” per vl e orchestra

“Orkhestra” per orchestra

Georg Philipp Telemann (1681-1767)
“Concerto per vl, vlc, tr e archi”

Per info e biglietti click here 


ATTENZIONE
Per tutti i soci dell’Associazione Culturale Polifonie è possibile prenotare i biglietti ad un prezzo speciale di 10,00 euro (invece che 24,50).

Per chi volesse partecipare basterà scrivere una mail all’indirizzo info@polifonie.it e indicare i nomi dei partecipanti; entrerete in una lista di prenotazione che verrà consegnata alla biglietteria del Teatro Sociale.

Quindi acquisterete il biglietto ridotto il giorno del concerto presso la biglietteria del Teatro stesso.

Affrettatevi, è un’occasione da non perdere!

Agustìn Castellòn Molina won the 5th International Composition Competition Appassionato Ensemble

Agustìn Castellòn Molina e la Giuria

Agustìn Castellòn Molina and his score "Sinuosa... Emergiò desde el violeta" won the first prize of the V International Composition Competition "Appassionato Ensemble". The final parts of the Competition took place in Como at the Silk Museum (Museo della Seta) on Dec, 11-12, 2021 during the finissage of the exhibition Bodies without Organs within Como Contemporary Festival - International Festival of Contemporary Music and Other Arts.

Many congratulations from the staff of Cultural Association Polifonie, from the Jury and from all the members of Appassionato Ensemble, who have played the five finalist scores for an interested and focused public.

We would like to thank all of our partners for their valuable collaboration as well as all those who have made this Festival possible. Special thanks also go to all of you, who took part in the final concert yesterday. See you soon!

 

The "Corpo Senza Organi" exhibition's vernissage is a big success

Yesterday’s vernissage of Marco Frigerio’s Corpo Senza Organi (Body without Organs) and Alessandro Perini’s Fossili Sonori (Sound Fossils) exhibition reopened Como Contemporary Festival – International Contemporary Music and other Arts Festival, was a big success.

Many people attended and could ask questions and talk directly with the artists and listen to their conference. Watching the artists discuss, stimulating each other and asking questions one another, in a continuous intertwining of thoughts and arts that captured the audience was really interesting.

The exhibition will be open until December 12, at the Silk Museum (Museo della Seta) in Como. On Dec. 12 the finissage will take place with a contemporary music concert performed by Appassionato Ensemble, which will cover the finalist scores of the 5th International Composition Competition organized by the Association (Associazione Culturale Polifonie).

For all information and to reserve a seat, please go to the following link (click here)

Click on the photos to see the gallery.

Como Contemporary Festival reopens with the exhibition "Body without Organs" by Marco Frigerio and "Sound Fossils" by Alessandro Perini

Como Contemporary Festival reopens its doors after the summer break with the photography exhibition Corpo Senza Organi (Body Without Organs) by Marco Frigerio and the sound art works by Alessandro Perini ( Fossili Sonori, Sound Fossils )

he exhibition will be hosted by the Museo della Seta (Silk museum) in Como from December 1 till December 12 and will also welcome the finalists if the 5th edition of the International Composition Competition Appassionato Ensemble. The final concert and the award ceremony will take place on Sunday, December 12, at 5 p.m., with the presence of tbe jury chaired by Alessandro Solbiati.

During this final evening the art works on display will be accompanied by the sounds of a contemporary music concert , as it is an established tradition of this festival, whose aim is to be a place and time for socializing and sharing, when music blends with and contaminates other art forms.

During the exhibition it will be possible to view the works that represent the foundation of Frigerio's research in the last 15 years, therefore his works "informed" by the philosophy of Gilles Deleuze (1. Body without Organs - Probe Heads; Cartographies, Apparatus of Capture) , the works linked to that aspect of his research aimed at specifically redefining the limits of the photographic language (Unthinkable Ethnographies), his Crucifixions will also be exhibited, made with large-format Polaroids (20x25cm), in which the artist investigates that neutral, void and naked space in which life and death breathe together, and also will be exhibited the large-scale prints of the Working Class series, the artist's first work aimed at investigating the effects of capitalism in modern society...

The exhibition also includes works by the Como-born artist Alessandro Perini - who moved 12 years ago to Malmö, Sweden - whose works range from instrumental and electronic music to audiovisual and light-based works, net-art, land-art and vibration-based works, recently focusing on custom-built machines. For Como Contemporary Festival Perini will show two of his Sound Fossils, clay artifacts the shape of which is derived from sonic / geological phenomena.      

All of this is made possible thanks to the contributes of Regione Lombardia, of the PIC Piano Integrato della Cultura “Un Tesoro di Territorio” – a biennial program of the cultural district of Lake Como, funded by Regione Lombardia and coordinated and supported by Camera di Commercio di Como-Lecco -, of Comune di Como (Como Municipality) and of Cassa Rurale ed Artigiana di Cantù, our official sponsor for this year.

Opening time: every day from 2pm to 6pm (closed on Mondays)

Where: Como Silk Museum, Via Castelnuovo, 9

Vernissage December 1st, 5.00 pm - Opening of the exhibition (free entry) and conference with the artists

Finissage 12 December, 5.00 pm - Contemporary music concert with Appassionato Ensemble (by reservation) 

Read more

Intervista a Stefano Cerrato

Buongiorno Maestro Cerrato e grazie per aver accettato questa intervista. Come ha iniziato a suonare il violoncello e quali sono state le persone che hanno avuto un ruolo determinante nella sua crescita artistica? Provengo da una famiglia nella quale la musica è stata al centro dell’educazione. Mia mamma è una didatta che ha sviluppato all’interno della metodologia Suzuki un percorso formativo oggi già tradotto in sei lingue e diffuso in tutta Europa, il Children’s Music Laboratory. Dunque, le prime persone che hanno avuto un ruolo fondamentale sulla mia crescita artistica sono state mia mamma e Antonio Mosca, mio maestro, col quale ho iniziato alla Scuola Suzuki di Torino e mi sono diplomato successivamente in conservatorio.

Che ruolo ha avuto da giovanissimo e che ruolo ha ora la musica nella sua vita? La musica ha avuto un ruolo totalizzante nella mia vita fin dalla più tenera età. Già piccolissimo il suonare con altri bambini ed esibirmi in pubblico mi ha aiutato a crescere confrontandomi con le difficoltà e cercando di superarle senza mai tirarmi indietro. L’aspetto gratificante è stato anche legato a moltissimi viaggi e incontri con altri bimbi e ragazzi di tutto il mondo.

Cosa sente di rappresentare ed esprimere attraverso la musica ed il suo strumento? La musica è il mio primo linguaggio. Ho imparato a leggere prima le note e poi le lettere. Attraverso la musica si esprime molto, a partire da ciò che si sceglie di interpretare. Ognuno di noi trova affinità con uno o più linguaggi rispetto ad altri. Attraverso lo strumento che suono e l’affrontare diversi stili musicali costruisco ogni giorno la mia identità.

Che rapporto ha con la cosiddetta musica ‘colta’ contemporanea e più in generale con l’arte contemporanea?  Preferisco esprimermi con autori del passato ma quando mi ritrovo a confrontarmi con la musica contemporanea non sempre trovo immediatamente affinità con questo linguaggio che talvolta diventa per me una sfida nell’approfondirne i significati.

Ci parla del prossimo concerto che terrà il 18 luglio con l’On The Bridge Cello Ensemble nell’ambito di Como Contemporary Festival?  Il concerto contiene musiche di autori diversissimi fra loro. La Suite di Pierre Petit, di linguaggio impressionista francese, è un brano semisconosciuto. La Toccata di mio fratello Francesco presenta uno stile che ricorda la scuola viennese del primo Novecento. Entrambe le composizioni sono state registrate da noi nell’album Vocal Chords, edito da Da Vinci Classics. Proseguiremo con il celebre Fratres di Arvo Part con la sua sonorità mistica e suggestiva. E infine “Trio!” di Umberto Pedraglio, per tre quartetti di violoncelli che presentano scordature particolari, attraverso le quali l’autore tenta di trascendere il modo tradizionale di suonare il violoncello ricercando nuovi effetti timbrici.

Quali sono i suoi prossimi progetti in cantiere? Ho in programma molti concerti col Quartetto Adorno, del quale faccio parte da poco tempo, ma che fin da subito è stato per me un arricchimento sia dal punto di vista artistico che umano. Proseguo la mia attività con l’ensemble Armoniosa, gruppo di musica barocca nel quale suono il violoncino (violoncello piccolo a 5 corde) che funge da secondo violino o da viola, a seconda delle necessità, oltre a svolgere il ruolo di solista su tutto il repertorio scritto per violoncello a 4 corde tradizionale. Con On The Bridge (gruppo di violoncelli formato con alcuni miei ex allievi) l’attività è varia: dalla ricerca di nuove composizioni per cello ensemble alla riscoperta di repertorio dimenticato per questa formazione. In parallelo continuo anche l’attività di insegnante coltivando nuovi talenti e cercando di trasmettere loro la volontà di crescere sempre attraverso la musica.

Lei è molto attivo anche come didatta. Cosa vorrebbe dire a tutti i giovani musicisti che hanno appena intrapreso lo studio della musica, o che si stanno perfezionando nella loro arte? Non dimenticare mai che la musica è un linguaggio che appartiene al mondo intero e ci si deve confrontare con l’umiltà di voler sempre apprendere. A volte capita di incontrare persone che costruiscono la loro identità con l’arroganza anche nei confronti di giovani studenti. Questo ritengo sia un atteggiamento sbagliato perché ciascuno può arrivare a esprimere col suo strumento il lato migliore di se stesso anche se non diventerà necessariamente un professionista facendo della musica la sua passione.

Un grande grazie a nome dell’Associazione Culturale Polifonie e in bocca al lupo per i suoi prossimi progetti! 


Domenica 18 luglio, ore 20.00
Chiesa grande di San Giuseppe Como

Concerto di Stefano Cerrato e l’On The Bridge Cello Ensemble!
Ingresso libero

Info e PROGRAMMA (clicca qui)

Concerto del 18 luglio con Stefano Cerrato e l’On The Bridge Cello Ensemble

Domenica 18 luglio 2021, ore 20.00
Chiesa grande di San Giuseppe – Como
 
Domenica 18 luglio alle ore 20.00 prosegue il nostro Como Contemporary Festival con il concerto dell’On The Bridge Cello Ensemble, ensemble di 12 violoncellisti di rilievo nazionale capitanati dal virtuoso Stefano Cerrato
 
Il concerto, ad ingresso libero, si svolgerà all’interno della Chiesa grande di San Giuseppe, una delle prime chiese comasche “contemporanee”, costruita negli anni ’60 e opera dell’ingegnere Gino Colombo e dell’architetto Gigi Radice.
 
L’opera fece parlare molto per una foggia che si presentava alquanto ardita. Oggi, al contrario, stimiamo un disegno riguardoso della tradizione. Un esonartece, coperto da una cuspide vertiginosa, determina la facciata e lascia percepire continuo lo slancio della torre campanaria. Una sola navata, sapientemente dilatata, dirige all’altare: qui, ancora più evidente, la volontà di trasportare verso l’alto. Simboli religiosi traslati nella forma, quasi descrivessimo una cattedrale gotica. Non vi sono opere e ornamenti di rilievo e questo lascia contemplare un’attraente apparato architettonico-strutturale senza eguali nella città.
(cit. arch. G.Tattarletti)
 
Il programma prevede brani per quartetto di violoncelli di Francesco Cerrato (1982), del compositore estone Arvo Part (Paide, 1935) e del francese Pierre Petit (1922-2000), oltre a un brano per 12 violoncelli – in prima esecuzione assoluta – del comasco Umberto Pedraglio (1978).
 
All’ingresso della chiesa saranno esposte alcune opere di Sirskape (Francesco Scapolatempore), artista, pittore, illustratore, writer e streamer italiano che ha preso parte a numerose esposizioni presso: Spazio Mantegna, MIIT di Torino, Spazio Tadini, PassepARTout Gallery, MAMO, Teatro Ariston di Sanremo, Biennale di Latina, Reggia di Caserta, Palazzo Leone da Perego per Alfa Romeo, MilanoComics, Biennale di Palermo a cura di Vittorio Sgarbi ed a Venezia presso lo studio di Xante Battaglia e ha partecipato a numerosi progetti di StreetArt, tra cui il Live Art di Parigi, la StreetArt Academy di Milano, il “Food Graphia\Mangia, Pitta, Ama” di Legnano, lo Street Art Contest di Pavia, lo Stradedarts di Milano, lo Street Players 2015, “Lasciamo il Segno” di Bergamo.
 

Read more

SOLD OUT concerto del 27/06/2021

No more seats available for this greatly inspiring concert!

A tribute to contemporary, living composers, a new generation of composers and performers that innovate, projecting in the future the tradition of classical instruments and music.

We love our followers and our public, showing deep interest in new generations of composers and musicians.

Once again, we’re excited to welcome you today afternoon and to hug you musically.

See you in Como, at Villa Olmo's salon!

For those who couldn’t make it, as they aren’t able to attend or couldn’t find a seat, we’ll be looking forward towards meeting you at our next events!

Gallery concerto Liviabella-Sainaghi

Grazie a tutti i partecipanti al secondo concerto del COMO CONTEMPORARY FESTIVAL 2021, e grazie a coloro che avrebbero voluto essere presenti ma non hanno trovato posto a causa del limitato numero di posti per le restrizioni Covid-19!
 
Promettiamo che troverete posto nei prossimi eventi, che si terranno in location meno intime ma altrettanto affascinanti del Museo della Seta di Como.
La piccola e intima sala, sede della mostra The Golden Age, ha fatto da cornice, con i manufatti meravigliosi della Belle Epoque, a un concerto delicato, dalle sonorità fortemente contemporanee, eseguito in modo magistrale e ricco di sentimento dallo straordinario duo Fulvio Liviabella – Federica Sainaghi, permettendo a un pubblico ristretto di immergersi completamente nella musica proposta, talvolta a occhi chiusi, come proposto dal Maestro Liviabella.
Grazie ai compositori presenti, i Maestri Earl, Messina e Pedraglio, grazie al Maestro Arvo Pärt e ai due straordinari musicisti, i Maestri Liviabella e Sainaghi.
 
Grazie al PIC Piano Integrato della Cultura, a Regione Lombardia, al Comune di Como, e a Cassa Rurale Ed Artigiana Di Cantù per il proprio contributo e sostegno, grazie a Camera di Commercio di Como-Lecco, Mantero Seta, Sconfinarte, Edizioni Sconfinarte, Museo della Seta di Como, Melos Libreria Musicale, Fabio Somaini Strumenti Musicali per la preziosa collaborazione!
 
Ci vediamo il 27 giugno alle ore 18.30 per il concerto finale del IV Concorso Internazionale di Composizione “Appassionato Ensemble”, al Salone di Villa Olmo a Como!
 
1 2 3